I miei libri

Ecco una panoramica sui miei libri, di cosa parlano e come acquistarli:

             

2018 FuturaMente. Conversazione su presente e futuro di società, città, ecosistema

Francesco Altan, Gemma Bracco, Daniela Buranello, Monica Carmen, Maria Frega, Maurizio Pallante, Maria

 

A cura di Caterina Condoluci,  Bertoni Editore

Acquistalo qui:  www.bertonieditore.com /https://www.amazon.it/ e in ogni store online

.

Le tematiche trattate sono diverse, presentano uno spaccato della società contemporanea, spingendo alla riflessione tutti coloro che si pongono domande sull’evoluzione della nostra società e pongono, contemporaneamente, un’ipotesi di realtà in divenire. A chiarire e ad arricchire gli interrogativi sulla nostra esistenza intervengono varie e fondamentali questioni: cosa implica nella nostra contemporaneità l’idea di Felicità; quale la salute dell’ambiente, in particolare dei nostri mari oggi; quando e come è nato il crimine, come si è evoluto nei vari momenti storici e agisce attualmente; come è cambiata la vita della donna oggi e la sua centralità; quale la situazione nel mondo del lavoro in un mutamento radicale delle regole; in che modo l’architettura sociale influisce sulla vita delle persone in una Metamorphosis continua.

Gli intellettuali ed esperti Francesco Altan (scrittore e criminologo), Gemma Bracco (consigliera di Parità provincia di Perugia), Daniela Buranello (docente), Monica Carmen (caporedattrice delle rivista “Bioarchitettura”), Maria Frega (giornalista e scrittrice), Maurizio Pallante (fondatore del movimento per la Decrescita Felice), Mariapia Tucci (giornalista e comunicatrice culturale), Andrea Wehrenfennig (Presidente Legambiente Trieste), hanno scritto su questi temi.

Pia Tucci, Andrea Weherenfenning

 

 

 

2018 Pallina e Ciccio Pastrocchio 

Fiaba per tutte le età

Acquistalo qui: Libri La Rondine Edizioni e in ogni store online

Pallina era una cagnolina, la quinta di una cucciolata. La fiaba è ambientata tra gli animali per accompagnare in una fantasia visiva, in punta di piedi, i ragazzi nella loro crescita a volte disagevole e indica una via di fiducia, positività e spensieratezza. Nella fiaba Pallina vive una crisi d’identità e i compagni non incidono positivamente sul suo stato d’animo e sul suo malessere. Divertire, riflettere, educare con leggerezza, questi gli intenti dell’autrice, la quale evidenzia l’importanza di condivisione e di relazione nel ritrovare in se stessi la forza per vivere consapevolmente. Una fiaba per ragazzi e per grandi che fa pensare, dolcemente ma con fermezza. “Mi piace guardare in faccia le emozioni: la tristezza, l’indignazione, la paura, il coraggio. Mi piace raccontare la gioia e la malinconia che prendono la testa e il cuore. Mi piace esplorare gli stati d’animo e le emozioni delle persone”. Così si esprime Caterina Condoluci, che conferma il suo stile semplice, caldo ed empatico.

 

2017 RITORNO A PELLEKINOS,   acquistaloqui / www.bertonieditore.com /https://www.amazon.it/Ritorno-Pellekinos-Caterina-Condoluci/dp/8897593135/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1498476307&sr=8-1&keywords=Pellekinos

Caterina Condoluci si cimenta, con quest’ultimo lavoro, in una forma per lei inedita, un mix stilistico che ricorda il giallo, ma che in realtà rimane un pretesto per scavare nell’animo dei personaggi e per entrare vivacemente in situazioni estreme della società contemporanea. L’autrice ha come punto di partenza sempre spunti di vita reale che, poi, trasfigura con fantasia e creatività. La protagonista è una donna, Margherita, la quale, essendo dentro e fuori la storia, accompagna il lettore in un viaggio attraverso località e misteri e lo aiuta a svelarli, conducendolo per mano. Pellekinos, nome dalle reminiscenze classiche, assume nel libro diversi significati e sta al lettore scoprirli per non rivelare in anticipo i fatti, togliendo, quindi, suspense e piacere alla lettura del romanzo.

 

 

 

 

 

 

2016, LA CASETTA COLOR SENAPE

Acquistalo qui: Libri La Rondine Edizioni e in ogni store online

C’era una volta una casetta color senape, apparentemente simile a quella di tante altre fiabe raccontate o solo sognate, ma unica nel suo genere. Nonna Lucia è seduta lì, vicino alla finestra, avvolta nel suo scialle di lana intrecciato di parole dal sapore antico. Narra ricordi alla sua nipotina che, nella sua fantasia, divengono mondi incantati popolati da personaggi incredibili. Carmelina cresce e, fortificata dalla sua presenza, diviene prosieguo della sua memoria. Come da bambina ha imparato a sconfiggere i draghi, ora affronta le difficoltà di un mondo moderno che costringe ad una realtà senza parole, col rischio di inghiottire la ricchezza serbata con tanta cura da nonna Lucia. La casetta color senape si popola, ora, di volti disillusi e silenziosi, incapaci di emozionarsi, fino a quando il racconto ritorna ad essere strumento per risvegliare l’anima alla vita. Nonna Lucia è luogo di rifugio, di consolazione e risanamento interiore. Luogo da cui partire e a cui far ritorno. Caterina Condoluci si rivolge al genere nobile della fiaba affinché parli ai giovanissimi e non, offrendo temi cari della sua narrazione, come il dialogo, la condivisione e la valorizzazione della persona.

——————————————————————————————————————————————.

2015, UOMINI E DONNE OLTRE LA SIEPE acquistalo qui

uomini e donneIl romanzo “Uomini e donne oltre la siepe” è uno scorcio di vita contemporanea, una sorta di commedia umana che vede protagonista principale una donna di nome Margherita. Oltre la siepe, metafora dell’esistenza, vivono uomini e donne con i loro eventi, osservati, raccontati, coinvolti nella società odierna in molte sue sfumature. Margherita è dentro e fuori la storia, protagonista e narrante, discreta e sempre coinvolgente, però, con i suoi racconti che suscitano intense e profonde imitazioni. Caterina Condoluci delinea un affresco amaro e frizzante, accigliato e spigliato del nostro momento storico, che ben coglie, sottovoce ma incisivamente, la confusione dei ruoli e la ricerca di nuove strade da percorrere da parte dei personaggi nelle loro passioni, storie ed esistenze per un rinnovato equilibrio del vivere. Arte e letteratura, immagini e parole in un romanzo che è uno spaccato di vita contemporanea, dove alla fine siamo tutti “Uomini e donne oltre la siepe”. Il romanzo è arricchito da 12 riproduzioni fotografiche di altrettante opere d’arte del Maestro Dino Nicoletti che dialogano con i testi dei capitoli in cui è suddiviso il volume.

——————————————————————————————————————————————-

2013, UNA VITA AL FEMMINILE acquistalo qui

vita alUna vita al femminile è la storia di una mamma di un tempo perduto, una donna semplice, unica, speciale, ma simile a tante altre donne, che, giorno dopo giorno, si dimenticano di se stesse e dedicano silenziosamente l’intera vita ai figli, senza chiedere niente in cambio se non il loro sorriso. La protagonista rappresenta le donne del secolo scorso, determinate e pronte a qualsiasi sacrificio per la famiglia. Il racconto attraversa tutto il Novecento e trae ispirazione da fatti reali storici. L’ambiente è la campagna di una città di provincia con i miti e i riti di un tempo. L’autrice con questo libro ha voluto recuperare la memoria storica ed emozionale attraverso il racconto.

——————————————————————————————————————————————–

2012, MARVICIO, UN GIOVANE DI CALABRIA acquistalo qui

marvicioLa storia di un giovane di Calabria, Nicola, di Armanda, sua moglie e compagna di una vita, e dei loro figli. Egli si è inventato il lavoro ed è riuscito a costruire una famiglia solida. Con grande ingegno ed onestà, con una buona dose di coraggio e chiarezza di intenti, ha saputo mettersi in gioco e vivere la propria esistenza nella terra di origine non sempre ospitale. Armanda è una donna concreta, generosa, pronta ad aiutare chiunque, con un forte senso del dovere. È una cuoca eccezionale che esprime nella cucina tutta la passione e l’amore per la famiglia e per la sua terra.

 

——————————————————————————————————————————————

2012, SINTESI DEL MIO APPRENDIMENTO

1libroL’autrice ripercorre i suoi numerosi anni d’insegnamento rendendosi appassionata testimone di come la scuola può essere davvero luogo di costruzione della società attraverso le conoscenze, le competenze, le esperienze, le relazioni.

Perchè questa “Sintesi del mio apprendimento”? Per soddisfare una mia personale esigenza di dar voce a ciò che ho imparato nei miei anni di insegnamento e che poi mi ha aiutato nel mio lavoro; una specie di “egoistica libera emersione” di memorie, emozioni, fatti, rivissuti intensamente, così come sono avvenuti realmente  e che possono, a volte, sembrare idilliaci, ma sono così come si sono sedimentati nella memoria della mia vita. Tutto ciò mi permetterà, alla fine, di chiudere serenamente ma con la stessa intensità e consapevolezza con cui ho iniziato, il cerchio di una vita professionale vissuta con passsione.

 

Condividi i contenuti
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •